Le Imperatrici del Blues – Le donne conquistano il mondo del lavoro

Comune di Vicenza Festa della Donna 2019 Consigliera di Parita'

LUNEDÌ 11 MARZO 2019 ORE 21.00
TEATRO COMUNALE DI VICENZA – SALA DEL RIDOTTO

LE IMPERATRICI DEL BLUES

Le vite inimitabili di Bessie Smith e Billie Holiday
Testi di Stefano Benni

INGRESSO GRATUITO

Sostiene il poeta e sociologo LeRoi Jones (al secolo Amiri Baraka) che “Le grandi cantanti blues erano donne: Ma Rainey, Bessie Smith e tutte le altre cominciarono a cantare il blues da professioniste”.

E’ partendo proprio da questa affermazione – cantare da professioniste – che Mestrino Dixieland Jass Band vuole indagare in un reading e valorizzare la figura della donna nell’America dei primo ‘900 tra musica e lavoro.

Una realtà che ha avuto negli Stati Uniti dei primi del ‘900 una metamorfosi radicale nella necessità per 4 milioni di neri, in maggioranza donne, di trovare un lavoro: la musica fu un aiuto non da poco. Musica per donne dunque, deterrente e ricompensa, fonte di sostentamento, conquista della notorietà e di un ruolo professionale persino superiore a quello degli uomini. Da Bessie Smith a Billie Holiday la “professione cantante” diventa una delle più alte espressioni di emancipazione sociale.

Bessie aveva una voce forte e potente, il suo canto era tutt’altro che sottile; che lei cantasse di amore, morte, fantasmi, dolore, sesso o denaro il senso delle sue canzoni veniva reso in maniera franca e diretta. Billie invece variava il volume su ogni singola nota, comprimeva o semplificava la melodia di una canzone e sembrava concentrarsi sulle sfumature, ma possedeva tuttavia le ruvide caratteristiche vocali che contraddistinguevano una buona cantante di blues.

E fu un momento magico e raro che vide l’affermazione di figure femminili nel mondo del lavoro. Poco noto è il fatto che la prima incisione di un disco di jazz cantato sia stata di una donna, e che le fortune accumulate da Bessie Smith con la sua professione di cantante siano state tali da avere perfino un vagone ferroviario riservato a sé e al suo numeroso seguito, come è poco nota la curiosa vicenda di Billie Holiday che, con la licenza sospesa (la cabaret card era richiesta dal sindacato a tutti musicisti) fu eccezionalmente autorizzata a proseguire nelle repliche del suo spettacolo che, senza di lei, avrebbe danneggiato gli altri componenti dell’orchestra.

Da qui il “blues”, il vero blues che si libera, magico e ulcerato, nell’eredità delle vere Imperatrici del Blues, accomunate nel portare questa musica ad insuperate vette e unite nel tragico epilogo della loro travagliatissima esistenza vissuta sempre sul filo del rasoio.

PROGRAMMA

Le donne conquistano il mondo del lavoro

Interventi di:

Valeria Porelli

Assessore alle Pari Opportunita’ del Comune di Vicenza

Grazia Chisin

Consigliera di Parita’ della Provincia di Vicenza

Reading Concerto di:

Mestrino Dixieland Jass*Band

Mestrino Dixieland Jass*Band è una formazione nata all’interno della Società filarmonica di Mestrino, ente che opera ininterrottamente dal 1902 nell’insegnamento della musica e nell’organizzazione di concerti. La band è impegnata in una percorso di ricerca e raccolta antologica di opere musicali che hanno caratterizzato i primi decenni del secolo scorso, attraversando con stretto rigore filologico la nascita dei generi musicali – dixieland, jazz, ragtime e swing – l’evoluzione dei mezzi di diffusione sonora – il fonografo, il grammofono, la radio, le colonne sonore della neonata cinematografia e la diffusione del ballo, del teatro musicale e della canzone.

Formazione:

  • Antonio Trabucco, cornetta
  • Salvo Pennisi, clarinetto
  • Mariano Zin, trombone
  • Sergio Ferro, sax basso
  • Emilio Brizzi, banjo
  • Sandro Rigato, pianoforte
  • Giancarlo Ventrella, basso
  • Roberto Gaspari, batteria
  • Barbara Foglia, voce
  • Robertina Bozza, voce recitante

Mestrino Dixieland Jass*Band

Posti limitati, si consiglia la prenotazione a:

DNA Srl – Chiara Rebellato
340 2920703 // 0444 327840
rebellato@dnasrl.it

Print Friendly, PDF & Email